Il sabotaggio di John Frusciante in diretta TV


John Frusciante's big sabotage on live TV, #tbt, this day in music history, sound identity blog, red hot chili peppers

Dopo l'inaspettato successo di “Blood, Sugar, Sex, Magic”, John Frusciante iniziò a sviluppare un malessere per la popolarità dei Red Hot Chili Peppers.


Quando i Red Hot Chili Peppers suonarono "Under The Bridge" al Saturday Night Live, accadde qualcosa di importante nella storia della musica.


Durante la trasmissione televisiva dal vivo il 22 febbraio 1992, John Frusciante, il chitarrista della band, sabota la canzone, suonando lunghe intro in note e ottave diverse. Cercava deliberatamente di confondere Anthony Kiedis mentre cantava.

È con "Under The Bridge" che la band ha ottenuto il suo primo grande successo, un successo che Frusciante non è riuscito a gestire.


Le sue frustrazioni lo portano a lasciare la band nel bel mezzo del tour giapponese a maggio.

Frusciante decise di prendersi una pausa, un esilio autoimposto dove si è addentrato nell mondo delle droghe.


Frusciante in seguito disse che la popolarità della band era "troppo alta, troppo oltre, troppo presto. Tutto sembrava accadere in una volta sola e io non riuscivo a farcela".


Dave Navarro lo sostituì nel gruppo, ma all'inizio del 1998, i Red Hot Chili Peppers licenziarono il chitarrista.


Quando Dave Navarro e i Red Hot Chili Peppers erano sul punto di sciogliersi, Flea disse a Kiedis, "l'unico modo in cui potrei immaginare di continuare con i Red Hot Chili Peppers è quello di riportare John nella band.


All'epoca un sobrio Frusciante tornò e si unì alla band fino alla successiva dipartita pochi anni dopo.


#Italiano

Recent Posts 
Archive
Search by tag
Non ci sono ancora tag.
Follow us
  • Instagram - Black Circle
  • Facebook - Black Circle
  • Twitter - Black Circle
  • YouTube - Black Circle
  • LinkedIn - Black Circle