Spotify: Discover Weekly tocca 40mln di utenti, tutti in cerca della playlist personalizzata


Discover Weekly, la playlist che Spotify crea apposta per te ogni lunedì, l’hai già scoperta?

La funzione Discover Weekly di Spotify si è rivelata un successo. Qualche giorno fa la società ha rivelato che sono stati 40 milioni gli utenti a utilizzarla, arrivando ad ascoltare oltre 5 miliardi di brani musicali in streaming.


Il successo ha sorpreso anche Spotify stessa, infatti “Discover Weekly è stato lanciato come un progetto hack sviluppato da dieci persone” afferma Matt Ogle, che in Spotify si occupa dello sviluppo del “music discover” e della personalizzazione. Ha poi proseguito: “L’aggiornamento delle infrastrutture ci permetterà di sperimentare molto di più. Ora possiamo consentire una maggior personalizzazione e prodotti diversi”.


Matt Ogle – who helps lead development of music discovery and personalization at Spotify – photo via Musically.com


Questa funzione riesce ad analizzare la cronologia degli ascolti, la combina con le novità e con cosa sta piacendo su Spotify e crea una playlist che viene aggiornata ogni lunedì con 30 nuovi brani in base ai gusti dell’utente e di altri fan Spotify con gusti simili.


Spotify vanta 75 milioni di utenti attivi, a utilizzare Discover Weekly è circa il 40% di loro. Più della metà degli utenti di Discover Weekly salva un brano e ascolta almeno 10 tracce a settimana.


Spotify ha affermato che si tratta di un successo anche per gli artisti, è stato osservato che per oltre 8.000 artisti la metà degli ascolti proveniva proprio da Discover Weekly.


La fascia di utenti che maggiormente la utilizza è quella di età compresa tra i 25 e i 34 anni, che l’ingegnere Ed Newett definisce come il target group degli “anni dopo il college”, quel periodo di cambiamento in cui si è più propensi a scovare della nuova musica.


Non sempre è facile trovare nuove sonorità e nuovi gruppi, è qui che la funzione di Spotify viene in aiuto. Difatti, sono molti i servizi di streaming che catalogano un gran numero di brani, il problema è che senza una funzione di ricerca che faciliti gli utenti, la maggior parte dei brani rimane intrappolato dietro alla casella di ricerca.


Vedremo se gli altri servizi di streaming riusciranno a percorrere la stessa strada tracciata da Spotify o se la music industry troverà vie alternative per proporre nuova musica a tutti gli appassionati, alla perenne ricerca di nuovi sound.


#Italiano

Recent Posts 
Archive
Search by tag
Non ci sono ancora tag.
Follow us
  • Instagram - Black Circle
  • Facebook - Black Circle
  • Twitter - Black Circle
  • YouTube - Black Circle
  • LinkedIn - Black Circle

Copyright © SOUND IDENTITY / Corso Venezia n. 45 – 20121 Milano / Tel +39 02 89697474 / C.F./P.IVA 05293880968

  • Facebook Clean Grey
  • Instagram Clean Grey
  • Twitter Clean Grey
  • YouTube Clean Grey